Comunicati Stampa

LA UIL SCUOLA NON RINUNCIA ALLE PROPRIE PREROGATIVE E CON DETERMINAZIONE RISPONDE ALL’ATTACCO DELLA DIRIGENTE DELL’AMBITO TERRITORIALE DI NAPOLI DOTT.SSA DE LISA, CHE INVECE DI METTERE IN CONDIZIONE DI FUNZIONAMENTO LE SCUOLE NAPOLETANE – ANCORA OGGI MANCA PERSONALE, IN PARTICOLARE ATA NELLE SCUOLE – SI PERMETTE DI ENTRARE NEL MERITO DELLE ATTIVITA’ SINDACALI.

 

I CONTRATTI GIA’ STIPULATI DALLE GRADUATORIE DI II FASCIA NON SI TOCCANO. L’AMMINISTRAZIONE NON PUO’ STRAVOLGERE LA NORMA

La UIL Scuola Campania ritiene illegittima la nota n. 0009754 del 2 ottobre 2018 a firma della Dott.ssa Maria Teresa De Lisa, dirigente dell'Ambito Territoriale di Napoli, in quanto le graduatorie del personale docente di II fascia sono definitive dall’a.s. 2017/2018 con validità triennale. Cosa diversa è l’integrazione delle graduatorie di Istituto dei docenti, in attuazione del D.D.G. del 11 maggio 2018 per l’inserimento in un elenco aggiuntivo alle graduatorie di II fascia dei docenti che hanno conseguito il titolo di abilitazione. A tale proposito si allega il D.D.G. del 11 maggio 2018. Inoltre, la Uil Scuola Campania rileva una difformità nelle comunicazioni inoltrate da questo Ufficio, a firma della Dott.ssa Maria Teresa De Lisa, che, in data 18 settembre, nella nota di pubblicazione del CALENDARIO per l’individuazione dei docenti destinatari di rapporti di lavoro a tempo determinato, restituisce i posti disponibili alle scuole per procedere alla stipula dei contratti a tempo determinato, indicando, solo per il sostegno, la data del 22/09/2018 per le convocazioni.

Per quanto sopra esposto la UIL Scuola Campania

D I F F I D A

La dott.ssa De Lisa, Dirigente dell'Ambito Territoriale di Napoli a ritirare l'acennata nota.


I N V I T A

I Dirigenti Scolastici a non ottemperare alle disposizioni impartite dal Dirigente dell’Ambito Territoriale di Napoli.

La UIL Scuola Campania si riserva di adire alle vie legali tutelando gratuitamente i docenti eventualmente danneggiati.


Il Segretario Generale
Antonio Di Zazzo

AL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE


La Uil Scuola Rua,
- considerato che l'UAT di Napoli, a proposito di individuazione di incarichi per i profili professionali di collaboratore scolastico, assistente amministrativo e, in specie, per gli assistenti tecnici, registra una serie di discrasie sia nella trasparenza delle sedi disponibili e dei posti in deroga senza il rispetto dei criteri stabiliti e apparse, di volta in volta, con il “contagocce”, a detrimento del diritto di graduatoria dei convocati, sia per una tempistica a “rallentatore” che ad oggi lascia ancora molte scuole sguarnite di questo personale, prezioso per la corretta funzionalità delle istituzioni scolastiche napoletane, sia per la violazione del diritto dei convocati di avere chiara conoscenza di tutte le sedi disponibili.

La UIL Scuola Campania in riferimento alla nota n.0009754 del 2 ottobre 2018,a firma della Dott.ssa Maria Teresa De Lisa, dirigente dell'Ambito Territoriale di Napoli, relativa alla pubblicazione delle graduatorie di 2^ e 3^ fascia, ne contesta il contenuto poiché genera confusione, mettendo in discussione i contratti già stipulati. A tal proposito la UIL Scuola fa presente che le graduatorie di 2 e 3 fascia sono definitive dall'anno scolastico 2017/2018.
La ripubblicazione delle graduatorie è riferita ai nuovi inserimenti graduati in accodamento alle stesse come previsto dalla norma. Si ribadisce pertanto la validità dei contratti già stipulati.
La UIL Scuola Campania per quanto sopra esposto chiede l'immediato ritiro della citata nota.

Antonio Di Zazzo
Segretario Generale Uil Scuola Campania

Classi smembrate, studenti che svolgono le attività didattiche secondo turnazioni presso strutture diverse.
Anche i Padri Passionisti danno una mano mentre servono soluzioni stabili.


UIL SCUOLA: pronti ad una ‘vertenza Ischia’

Bisogna avviare un dialogo tra le istituzioni per individuare soluzioni che mettano in sicurezza le scuole, diano continuità didattica agli studenti, serenità alle famiglie e assicurino stabilità dell’organico.
Presenza concreta dello Stato, interventi mirati a porre in sicurezza gli edifici e avvio di un confronto tra amministrazione e sindacato: sono queste le richieste giunte a margine di una assemblea molto partecipata, presieduta dal Segretario Generale Pino Turi e indetta dalla Uil Scuola a Ischia.

Chi è online

Abbiamo 377 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie