Comunicati Stampa

LEGGE SULLA SCUOLA - Partono i primi ricorsi!


Assunta unitariamente dai sindacati scuola la decisione di impugnare davanti al Tar del Lazio il decreto che esclude dal piano straordinario di assunzioni il personale docente abilitato ed in particolare quello in possesso dei requisiti previsti dalla Corte di Giustizia Europea.
Le prime iniziative legali contro la legge 107/2015, promosse da FLC CGIL, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals-Confsal e Gilda, riguardano gli esclusi dal piano delle assunzioni.
Il DM 767 del 17 luglio 2015, in particolare all’art.2, individua i destinatari del piano straordinario di assunzioni in ruolo e, in applicazione di quanto prevede la legge 107/2015, esclude illegittimamente alcune tipologie di personale precario: molti lavoratori in possesso dei requisiti previsti dalla Corte - abilitazione più 36 mesi di servizio – il personale docente della scuola dell’infanzia escluso dai posti di potenziamento nonché il personale ATA.

LA UIL SCUOLA DI NAPOLI RITENENDO GIUSTE LE RIVENDICAZIONI DEI TANTI PRECARI ABILITATI SCRIVE E SI APPELLA ALLA  SENSIBILITA' DEI POLITICI DI NAPOLI.

Alla C.A. dei parlamentari di Napoli e della Campania

La UIL scuola di Napoli sostiene la decisione del piano di 150.000 immissioni in ruolo, da settembre 2015, con la relativa costituzione di un organico funzionale connesso all’autonomia scolastica (da sempre proposto dalla Uil Scuola) come unica condizione per eliminare il precariato nella scuola.

I sindacati impugnano il decreto sulle graduatorie

Il decreto che il ministro Giannini dichiara di aver firmato per l’aggiornamento delle graduatorie di istituto presenta vizi di illegittimità.

Senza il previsto percorso istituzionale modifica le tabelle per l’attribuzione del punteggio per le abilitazioni, introducendo palesi elementi di iniquità e irragionevolezza, creando inaccettabili disparita e conflittualità tra gli aspiranti alle supplenze.

Al Direttore scolastico

per la Campania
dott.ssa Franzese

 

La scrivente O.S.,considerate le notizie apparse sulla stampa in contrasto con quanto da Lei dichiarato ufficialmente circa la positiva conclusione, in tempi brevi ,del concorso per Dirigenti scolastici  e viste le numerose richieste dei candidati in merito,

chiede

un incontro urgente per conoscere le motivazioni che impediscono la conclusione dell’iter concorsuale con la pubblicazione della graduatoria di merito.

GRADUATORIE D'ISTITUTO II FASCIA


La UIL SCUOLA della Campania ha scritto alla Segreteria PD della CAMPANIA per sostenere le motivazioni della protesta contro lo stesso PD di migliaia di docenti precari, che da anni con il loro lavoro hanno consentito il funzionamento delle scuole statali e pubbliche, che hanno valutato e scrutinato gli alunni, che sono stati impegnati nelle commissioni degli esami di stato e che dopo anni di servizio, con un provvedimento legislativo, sono stati ammessi e stanno frequentando i corsi universitari "cosiddetti PAS" per il conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento. Il Partito Democratico con un comunicato ufficiale ha espresso “grande soddisfazione per il decreto per l'aggiornamento delle Graduatorie d'Istituto” che mette al palo e ferma il lavoro, anche se precario, dei giovani docenti vanificando le giuste aspettative di lavoro, generando apprensione e disagio ai precari e alle loro famiglie.

Chi è online

Abbiamo 48 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie