Comunicati Stampa

LA UIL SCUOLA CAMPANIA: Pronta a tutte le modalità di protesta a sostegno delle ragioni del personale ATA e della funzionalità delle scuole; occorrono subito immissioni in ruolo di tutto il personale ATA e incarichi annuali.


La UIL Scuola della Campania chiede con determinazione  le immissioni in ruolo su tutti i posti vacanti e disponibili per tutti i profili del personale ATA.

LEGGE SULLA SCUOLA - Partono i primi ricorsi!


Assunta unitariamente dai sindacati scuola la decisione di impugnare davanti al Tar del Lazio il decreto che esclude dal piano straordinario di assunzioni il personale docente abilitato ed in particolare quello in possesso dei requisiti previsti dalla Corte di Giustizia Europea.
Le prime iniziative legali contro la legge 107/2015, promosse da FLC CGIL, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals-Confsal e Gilda, riguardano gli esclusi dal piano delle assunzioni.
Il DM 767 del 17 luglio 2015, in particolare all’art.2, individua i destinatari del piano straordinario di assunzioni in ruolo e, in applicazione di quanto prevede la legge 107/2015, esclude illegittimamente alcune tipologie di personale precario: molti lavoratori in possesso dei requisiti previsti dalla Corte - abilitazione più 36 mesi di servizio – il personale docente della scuola dell’infanzia escluso dai posti di potenziamento nonché il personale ATA.

Dopo la nostra denuncia sul sito del Miur vengono modificate le istruzioni per le domande per le immissioni in ruolo 

Il cambiamento non è solo nella forma ma nella sostanza 


Il Miur da un lato, dopo le nostre pressioni, finalmente chiarisce la questione delle graduatorie, dall'altro continua a tenere ingiustamente sotto pressione migliaia di precari con indicazioni troppo approssimative per scelte così importanti. 
Sul sito del ministero sono state pubblicate le nuove FAQ che introducono correttivi di sostanza alle indicazioni operative destinate a quanti stanno, in questi giorni, presentando domanda per le nomine in ruolo e a quanti stanno pensando se farla, o meno, la domanda.
Un dubbio che preoccupa moltissimi insegnanti che dovranno prendere la migliore decisione possibile per la loro vita, entro il 14 agosto. 

LA UIL SCUOLA DI NAPOLI RITENENDO GIUSTE LE RIVENDICAZIONI DEI TANTI PRECARI ABILITATI SCRIVE E SI APPELLA ALLA  SENSIBILITA' DEI POLITICI DI NAPOLI.

Alla C.A. dei parlamentari di Napoli e della Campania

La UIL scuola di Napoli sostiene la decisione del piano di 150.000 immissioni in ruolo, da settembre 2015, con la relativa costituzione di un organico funzionale connesso all’autonomia scolastica (da sempre proposto dalla Uil Scuola) come unica condizione per eliminare il precariato nella scuola.

Chi è online

Abbiamo 117 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie