Comunicati Stampa

Continuano a pervenire alla nostra Segreteria innumerevoli denunce su possibili irregolarità riguardanti la procedura dell'ultimo concorso per il reclutamento dei nuovi Dirigenti Scolastici: ubiquità dei membri di alcune commissioni, anomalie nelle griglie di valutazione, fuga di notizie, violazione dell'anonimato degli elaborati per citarne solo alcune. I fatti rilevati hanno spinto prestigiose testate giornalistiche e la Magistratura ad approfondire le questione ed ad aprire un'indagine. Si paventa addirittura l'annullamento della procedura nella sua interezza anche se, al momento, queste notizie non trovano fondamento alcuno. Tale ipotesi è sconcertante per tutti coloro che vedrebbero anni e anni di studio e sacrificio vanificati.

La trattativa con il Governo sul reclutamento dei precari e l’accesso a un percorso abilitante speciale si è conclusa positivamente e al termine dell’incontro di stasera è stata firmata un’intesa unitariamente dalle organizzazioni sindacali con il Ministro Bussetti.

L’accordo prevede una procedura riservata e semplificata che dà accesso al 50% dei posti disponibili per il concorso ordinario e un percorso abilitante speciale senza selezione in ingresso.

#iolavoroascuola

12 MARZO 2019

 

Assemblea / Sit-in unitario

 

Per sostenere la

STABILIZZAZIONE DEI PRECARI

ore 12,00 -14,00

dinanzi USR CAMPANIA

Via Ponte della Maddalena, 55 - Napoli

 

Al Ministro della Pubblica Istruzione
p.c. al Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania
Dott.ssa Luisa Franzese
Al Segretario Generale della Uil Scuola Rua Pino Turi

 

A tre giorni dal termine delle procedure preselettive per l’accesso al TFA sostegno svolte in alcune delle Università della Campania, continuano a pervenire a questa Segreteria molteplici segnalazioni di disservizi e di vere e proprie criticità a cui hanno assistito diversi candidati.

Alcune testimonianze, oltre a lamentare gli inspiegabili ritardi e la predisposizione di spazi angusti e inadeguati, denunciano la mancanza di sorveglianza durante lo svolgimento della prova, la possibilità di lasciare l’aula e di utilizzare diversi mezzi elettronici. Qualcuno parla addirittura di brogli molto gravi che, se confermati, rischierebbero di compromettere seriamente l’attendibilità e la validità delle prove. La scrivente Organizzazione Sindacale chiede al Ministro che venga fatta chiarezza su quanto accaduto al fine di accertare la veridicità dei fatti denunciati e garantire la serenità di tutti.

Dopo Milano, Firenze, Cagliari, Roma continua l’impegno della Uil Scuola per dare risposte concrete a migliaia di docenti che in questi anni hanno fatto funzionare la scuola italiana.
Oggi, all’Istituto Fermi del Corso Malta, alla presenza dei segretari regionali Antonio Di Zazzo e Luigi Panacea, del Coordinatore dei Precari Uil Scuola Campania e Presidente ANDDL Pasquale Vespa e di centinaia di lavoratori sono stati affrontati i problemi del personale docente precario.


La situazione è molto preoccupante, il prossimo anno scolastico vedrà moltissime cattedre desolatamente vuote: ai posti già vacanti in organico si aggiungeranno quelli che si renderanno liberi per effetto della “quota 100”. Le domande pervenute sono più di 17mila tra docenti e ATA; di queste più di 1000 solo in Campania. A queste occorre aggiungere i circa 21mila posti che si libereranno per il turn over e i circa 109mila posti liberi coperti attualmente da lavoratori precari. Si corre il rischio di ritrovarci, anche nel prossimo anno scolastico, con il 60% dei posti autorizzati rimasti scoperti per mancanza di candidati. 

Chi è online

Abbiamo 83 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie