Comunicati Stampa

La scrivente O.S., vista la nota n. A000DGPER675/BIS del 31/08/2011 avente ad oggetto: precisazioni sulle assunzioni a tempo indeterminato: personale docente ed educativo, rileva una difformità applicativa nelle operazioni di assegnazioni delle sedi del 13 e 14 settembre rispetto alla predetta nota in quanto è stata predeterminata e limitata la scelta delle sedi in organico di fatto.

Iinizia l’anno scolastico e, purtroppo, dobbiamo registrare una situazione paradossale: pochissimi collaboratori scolastici impegnati su più plessi o su più piani, laboratori senza assistenti tecnici, nonostante siano stati spesi fondi della Comunità Europea per attrezzarli delle più avanzate tecnologie, Uffici di segreteria con scarsissimo personale (assistenti amministrativi) e con tante incombenze da espletare, scuole senza direttori amministrativi, classi sovraffollate, alunni disabili con pochissime ore, tempo pieno e tempo prolungato annullati per effetto dei tagli lineari che hanno colpito duramente, senza guardare le esigenze delle scuole.Occorre con urgenza  procedere allo scorrimento delle graduatorie dei 24 mesi del personale  ATA per coprire tutti i posti accantonati in modo da assicurare, anche con supplenze fino all'avente diritto, il personale alle scuole.

Le Segreterie Regionali FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS e GILDA UNAMS della Campania, riunitesi oggi 4 luglio 2011, hanno esaminato la drammatica situazione della scuola campana.
Le stesse condannano, unitariamente, l’azione del MIUR di depauperamento dell’offerta formativa e di risorse umane e condannano l’assenza delle Istituzioni - Regione, Province e Comuni -, peraltro già sensibilizzate, per la mancata predisposizione di interventi concreti e non palliativi, a favore della Scuola campana.

Saranno tre gli autobus che partiranno da Napoli con i lavoratori iscritti alla UIL Campania per il presidio del 1° settembre a Roma organizzato insieme alla CISL contro la manovra economica del Governo, lavoratori della Campania provenienti da diverse categorie  per dire no alle misure ingiuste che gravano ancora una volta sui cittadini e i lavoratori.

Si è riunita, questa mattina, la Segreteria confederale della Uil con i Segretari generali delle categorie del pubblico impiego. All’ordine del giorno una prima analisi dei contenuti della manovra economica, con particolare riferimento ai provvedimenti sul settore pubblico.

Chi è online

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie