Comunicati Stampa

La UIL scuola di Napoli, considerata la nota MIUR del 28/06/2011 con la quale si dispone tra l’altro, in merito ai CONTRATTI DEI LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI,  che tali lavoratori dal 1 luglio al 3 settembre saranno posti in cassa integrazione e che per l’espletamento del servizio di pulizia si dovrà fare ricorso solo ed esclusivamente al personale della scuola (collaboratori scolastici), esprime forte dissenso per le notevoli difficoltà che tale disposto determina.

Si comunica che l’udienza fissata dal Tribunale di Napoli – Sezione Lavoro del 22/06/2011 relativa alla discussione del I GRUPPO di ricorsi è stata rinviata al 7 dicembre 2011.
Per altri gruppi di ricorsi le udienze sono state fissate a:
1.    Settembre 2011
2.    Gennaio 2012
3.    Marzo 2012
Si sta procedendo ad inoltrare al tribunale di Napoli ulteriori gruppi di ricorsi.

Gli organici che l’Ufficio scolastico regionale della Campania sta definendo in questi giorni non sono compatibili con il normale funzionamento delle scuole statali della nostra regione.
Dal 1° settembre 2009 i posti cancellati in Campania sono circa 18.000 (più di 12.000 docenti e circa 6.000 amministrativi, tecnici ed ausiliari), pari al 13.60 per cento dell’intera manovra nazionale. Nel triennio gli organici delle scuole statali della Campania hanno subito una decurtazione del 15,40 per cento. Tagli, in assoluto e in proporzione, tra i più alti d’Italia e che, nel solo prossimo anno scolastico, corrispondono a 4.000 posti di docenti ed ATA in meno.

La scrivente O.S., considerato che a tutt’oggi non è stata ancora  accreditata la somma di  € 180,08 maturata a seguito della sottoscrizione in via definitiva (in data 15 dicembre 2011), del CCNI, per la erogazione dell’ una tantum al personale ATA in servizio nell’anno scolastico 2008/09, invita gli interessati a sottoscrivere a partire da lunedì 27 giugno fino al 15 luglio, presso le sedi UIL Scuola di seguito indicate, la diffida per attivare la procedura coattiva che riconosca il diritto alla corresponsione dell’una tantum spettante.

Nella mattinata del 19 aprile, si è tenuta una seduta di contrattazione per l’analisi e la discussione concernente la proposta dell’Amministrazione di Contratto Integrativo Regionale dell’area V per l’anno scolastico 2010/2011.

Dopo approfondito e chiaro confronto,  le Organizzazioni Sindacali rappresentative dell’area V hanno concordemente deciso di non sottoscrivere un’ipotesi di CIR che risulterebbe gravemente penalizzante per la categoria.
Infatti , nonostante la questione dell’incapienza  sia stata già da più di una anno posta all’attenzione dell’Amministrazione, la situazione non ha trovato una valida soluzione e la bozza proposta al tavolo prevede una inaccettabile riduzione della parte variabile della retribuzione di posizione (in media circa 200 € lordi mensili per gran parte dei Dirigenti Scolastici campani).

Chi è online

Abbiamo 79 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie