Rassegna Stampa

I fatti smentiscono un comunicato della FLC CGIL

• I contratti di istituto sono validi su tutte le materie previste dal contratto vigente.
• Gli aspetti di premialità previsti dal decreto 150 Brunetta non trovano applicazione.
Il tutto viene spostato al nuovo contratto nazionale previsto al 2013 (con riferimento per gli insegnanti a un decreto specifico ancora da predisporre).
• Il sistema delle relazioni sindacali, fino al prossimo contratto verrà definito in sede ARAN previo trattativa con i sindacati.
Questi i fatti, dopo l’intesa del 4 febbraio.
La recente circolare “Brunetta” non interviene su tali aspetti.

Sforbiciata su sforbiciata alla fine alla scuola campana resterà poco o nulla. I sindacati sono in allarme e si appellano al presidente della Regione Stefano Caldoro. Il prossimo anno scolastico, ora che con gli esami di terza media appena avviati e l’inizio del conto alla rovescia per le prove di maturità, è a serio rischio. I tagli pesano più del solito su una scuola che negli anni passati ha dato più delle altre regioni.

Chi è online

Abbiamo 84 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie