DILETTANTI ALLO SBARAGLIO,
 ovvero
"E' gghjuta a pazziella ‘mmane e’ criature" .


LETTERA APERTA al Ministro Giannini


È di oggi la sua dichiarazione, in visita in una scuola di Napoli:  “TUTTO VA BENE NELLA SCUOLA CAMPANA!”  
Evidentemente non è a conoscenza che 2000 docenti campani della primaria sono costretti  a lasciare classi avviate e continuità didattica, per essere sbattuti a centinaia di chilometri di distanza, all'“urlo” della buona scuola.

L'algoritmo dell'esodo rimane ancora misterioso, la trasparenza latita, tutto in netto contrasto con i diritti di graduatoria e di legge.
La vera buona scuola campana ha invece urgente necessità di almeno 3.000 posti aggiuntivi per tutti gli ordini e gradi e per il sostegno, senza dimenticare, come al solito, le esigenze di personale ATA nelle scuole.
E invece bisogna fare i conti con i tagli imposti dal Ministero, che in organico di fatto comportano un ulteriore riduzione. Tutto si tradurrà in classi sovraffollate, alunni diversamente abili esclusi dal diritto allo studio, azzeramento dell'educazione degli adulti, delle scuole carcerarie e ospedaliere e senza adeguati servizi amministrativi, tecnici e ausiliari.
È questa la buona scuola che dovrebbe far ripartire il Paese?
No, questa è una scuola povera, malfunzionante, che mortifica tutte le professionalità (ATA, docenti e Dirigenti) e soprattutto non garantisce l'istruzione pubblica dettata dalla Costituzione, quella che dovrebbe assicurare emancipazione sociale, inclusione e diritto di cittadinanza.  

Napoli, 2 agosto 2016
Le OO.SS.

Per le Segreterie Regionali Campania

Grillo Colonna Cosentino
(FLC Cgil) (FLC Cgil) 

(UIL Scuola)

Chi è online

Abbiamo 76 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie