Con l’avvio del secondo ciclo del TFA ordinario si opera una ingiustificata disparità di trattamento tra i candidati che, a seguito del  primo ciclo sono risultati idonei, anche se in posizione non utile alla frequenza, ammettendoli in soprannumero ai corsi del nuovo secondo ciclo e coloro che sono risultati allo stesso modo idonei  ai diversi cicli di SSIS, i quali però  possono beneficiare della stessa ammissione solo se  risultanti in posizione utile.

Tali tipologie sono indicate dal Decreto n. 312 del 7 maggio all’articolo 3 rispettivamente al comma 7 ed al comma 6.
In entrambi i casi si tratta di ammissioni tramite prove preselettive, definite secondo analoghi meccanismi di raccordo tra il Ministero dell’Istruzione e le università, ma con esiti ancora una volta ingiustificatamente e strettamente favorevoli ai selezionati tramite TFA.
La UIL Scuola è con la presente a chiedere l’ammissione in soprannumero al secondo ciclo di TFA, tramite presentazione di apposita istanza, anche a coloro che risultino nella condizione di idonei ad una Scuola di specializzazione ex SSIS.
A favore di tali ammissioni in soprannumero sui successivi corsi SSIS degli idonei si sono espressi a tempo debito sia il Consiglio Di Stato che il Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione.

                                     Massimo Di Menna
                                     Segretario generale

Chi è online

Abbiamo 80 visitatori e nessun utente online

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie!
Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo dei cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie